Sheegoolah in concerto al Giardino dei Ciucioi di Lavis

Sabato sera di grande intrattenimento al Giardino dei Ciucioi di Lavis con gli Sheegoolah, che replicheranno oggi dalle 13.30 al Rifugio Potzmauer di Grumes (Altavalle).

La serata è stata promossa all’interno del 26esimo Trentino Girofolk dalla Federcircoli. Tassobarbasso ha dato una bella mano organizzativa e comunicativa. Grazie al Comune di Lavis ed al suo assessorato alla cultura (Caterina Pasolli). Il Giardino dei Ciucioi ha tutte le possibilità per diventare una grande sorpresa nel turismo culturale ed ambientale trentino: poco distante da Trento, raggiungibile con i mezzi pubblici, unico nel suo genere come era unico il suo ideatore e costruttore Tomaso Bortolotti. Il Giardino per ora si può visitare nei finesettimana, la gestione è curata dall’Ecomuseo dell’Argentario.

Sabato 17 luglio alle 21 comincia la 26esima edizione del Trentino Girofolk al Giardino dei Ciucioi di Lavis

26esima edizione del Trentino Girofolk a Lavis, giardino dei Ciucioi

Ventiseiesima edizione per il Trentino Girofolk in partenza sabato 17 luglio alle 21 con il gruppo folk biellese Sheegoolah (www.facebook.com/sheegoolah) che si esibirà al Giardino dei Ciucioi di Lavis. L’evento promosso da Federcircoli del Trentino, che per la tappa lavisana si è avvalsa della collaborazione dell’associazione Tassobarbasso (www.tassobarbasso.it) riprende i fili dall’edizione 2019. Sheegoolah e Quba libre non si erano potuti esibire nell’estate 2020 e quindi avranno una seconda possibilità in questa stagione 2021.

Gli Sheegoolah, che propongono musica della tradizione dei paesi interceltici e brani di propria composizione, si esibiranno anche domenica 18 luglio alle 13.30 al Rifugio Pozmauer di Grumes – Altavalle (https://www.facebook.com/RifugioPotzmauerGrumes). Quba Libre invece in scena il finesettimana successivo, il 23 luglio al teatro di Castello Tesino alle 21 ed il 24 luglio, sempre alle 21, al Palanaunia di Fondo. Il Quba Libre, trio acustico che propone musica popolare della tradizione occitana (https://www.facebook.com/QuBaLibreMusicaDoc) è invece supportato dall’Associazione Anaune Amici del Cammino di Santiago.
Negli ultimi 17 mesi siamo stati abituati che ogni nostro movimento è scandito da Dpcm, ordinanze, protocolli, interpretazioni autentiche. Se volete sfogare il leguleio che c’è in voi, qui vi potete sfamare, http://tassobarbasso.it/2021/06/29/disposizioni-estate-2021-in-trentino-per-attivita-di-circoli-e-gruppi-culturali-in-zona-bianca/.

L’associazione Tassobarbasso, nata nel 2012, che prende il nome da una pianta erbacea presente in molti prati in questa stagione con la sua fioritura caratteristica gialla, promuove per i propri associati e simpatizzanti iniziative legate al turismo sostenibile, responsabile ed esperienziale. I “tassi” hanno inoltre nelle loro “corde” il dialogo interculturale sin dalle proprie origini, con il progetto finanziato dalle politiche giovanili provinciali in Calabria “Le vie dei parchi”. Ed è molto legata, come gli amici del Cammino di Santiago, al turismo “coi piedi”, la scoperta di realtà associative e produttive un po’ “fuori” dai percorsi soliti del turismo.

Registro unico nazionale del Terzo settore

Registro unico nazionale del Terzo settore, al via la trasmigrazione dei dati provinciali

Come previsto dalle indicazioni ministeriali la Provincia autonoma di Trento si prepara, nel corso dell’estate, a trasferire i dati delle organizzazioni di volontariato e delle associazioni di promozione sociale dai registri provinciali al registro unico nazionale del Terzo settore (RUNTS). Al fine di agevolare il processo di trasmigrazione e di fornire dati aggiornati, il neo costituito Ufficio provinciale RUNTS nei prossimi giorni chiederà – così come sta accadendo nelle altre Regioni e Province italiane – la collaborazione degli enti iscritti ai registri provinciali. A tutte le organizzazioni iscritte nei registri provinciali, sarà inviata una nota di invito a fornire una serie di dati necessaria a garantire un’agevole e corretta trasmigrazione nel Registro unico nazionale del Terzo settore o, eventualmente, a dichiarare la volontà di non iscrizione.

Per informazioni e contatti: tel. +39 0461 494035

mail: runts

Trentino Girofolk 2021 fa tappa il 17 luglio ai Ciucioi a Lavis

L’associazione TassoBarbasso (www.tassobarbasso.it) ha collaborato all’organizzazione della tappa del Girofolk di sabato 17 luglio 2021 alle ore 21 al Giardino dei Ciucioi di Lavis.

Loc 33×48 TrentinoGirofolk 2021.pdf

Pieg 432×200 TrentinoGirofolk 2021.pdf

Disposizioni estate 2021 in Trentino per attività di circoli e gruppi culturali in “zona bianca”

Manifestazioni in forma statica e dinamica

A partire dal 29 giugno 2021 e sino al 31 luglio 2021 sono permesse le manifestazioni sia in forma statica che in forma dinamica (es. cortei, sfilate, processioni…).

Spettacoli dal vivo e cinema

Gli spettacoli prevedono una partecipazione del pubblico esclusivamente con posti a sedere oppure, dove non sia possibile disporre sedie o panche (es. spettacoli in ambiente montano o naturale), con l’assegnazione di posti distanziati disposti dagli organizzatori dell’evento in modo che tra una persona e l’altra vi sia comunque 1 metro. Si dovrà predisporre una adeguata informazione con avvisi specifici sulle misure di prevenzione, disponibili in fac-simile presso la Federazione. Il mantenimento di almeno 1 metro di separazione tra le persone del pubblico dovrà essere sia frontalmente che lateralmente. Il numero massimo di pubblico in locali al chiuso è del 50% della capienza massima. È necessario rendere disponibili prodotti per l’igiene delle mani per il pubblico e per il personale in più punti. Per eventuale servizio di ristorazione, cibi e bevande non potranno essere consumate in sala o in luoghi comuni o di passaggio.

Sagre, feste campestri

Si possono riprendere le Sagre e le Feste campestri, calcolando le presenze e rispettando quanto disposto per la ristorazione nelle Linee Guida del 28 maggio 2021.

Numero massimo di persone negli spazi e finestre e porte aperte

Le Linee Guida prevedono per ogni spazio, sia al chiuso che all’aperto, dove si svolga un’attività la necessità previa di calcolare il numero massimo di persone che possono accedervi contemporaneamente. Tale calcolo va tenuto a disposizione per eventuali controlli. In tutti i diversi settori e attività le Linee Guida prevedono inoltre l’obbligo, al chiuso, di tenere sempre aperte porte e finestre, salvo in caso di meteo avverso.

Sede

La sede del Circolo o Gruppo è usufruibile mantenendo almeno 1 metro di distanziamento, salvo eccezioni come i famigliari, avere gel idroalcolici per le mani all’ingresso, indossare la mascherina tranne nei casi previsti e curare in particolar modo la pulizia.

Non è possibile la condivisione di borracce, bicchieri o bottiglie. L’eventuale distribuzione di cibi o bevande può avvenire tramite un addetto singolarmente. Se Self-Service, possono esservi solo monodose. Se si fanno trascorrere 72 ore tra un uso e l’altro dei locali, con la certezza che nessuno possa entrare in essi, gli ambienti si possono considerare igienizzati.

Gli avvisi o informative

Nella sede dell’associazione deve essere affisso un avviso, anche generale, che riporti i punti salienti per la prevenzione. La Federazione ne ha predisposto un fac-simile da poter stampare e affiggere.

Ad ogni socio dell’associazione che frequenti la sede o partecipi alle attività andrà fatta sottoscrivere un’autodichiarazione, elaborata dalla Federazione e disponibile in fac-simile, che andrà poi tenuta in archivio.

Per i Circoli Ricreativi e Culturali

Si possono organizzare attività, privilegiando quelle a piccoli gruppi di persone.

Le postazioni ai tavoli di un Circolo o le postazioni per una serata culturale dovranno sempre prevedere il distanziamento di almeno 1 metro il rispetto delle disposizioni per quanto riguarda le mascherine.

Per ciò che riguarda l’attività di bar interno al Circolo o ristorazione interna si farà riferimento alle disposizioni inerenti bar e ristorazione.

Per chi fa attività di recita o rievocazione

Anche nella recitazione o rievocazione va mantenuto il distanziamento di almeno 1 metro, evitando i contatti diretti. Se l’attività di recitazione o rievocazione prevede un certo sforzo fisico o intensità, la distanza interpersonale dovrà essere di metri 2, in questo caso anche all’aperto. Nel corso della recitazione o rievocazione i protagonisti potranno rimanere senza mascherina per lo spazio del tempo scenico. I costumi di scena dovranno essere individuali; non potranno essere condivisi dai singoli artisti prima di essere stati igienizzati o che siano trascorse almeno 72 ore dall’uso.

Per chi fa canto

Chi canta potrà farlo senza mascherina, una volta in postazione, ma dovrà mantenere una distanza interpersonale laterale di almeno 1 metro e almeno 2 metri tra le eventuali file dei cantori e dagli altri soggetti presenti.

Per chi fa musica

Strumenti a fiato

I musicisti non devono posizionarsi sul davanti e mantenere la distanza interpersonale minima di metri 1,5. Se vi è un direttore, egli deve mantenere la distanza di sicurezza con la prima fila di metri 2. La mascherina può essere tolta solo una volta posizionati. Ogni musicista prima di lasciare il posto assegnato deve indossare la mascherina.

Strumenti diversi da quelli a fiato

Gli strumentisti possono mantenere la distanza interpersonale minima di 1 metro.

Per chi fa danza o ballo

Nell’esecuzione della danza o ballo va per ora ancora mantenuto il distanziamento, tranne che per persone di nuclei famigliari o conviventi, che potrebbe però anche decadere nei prossimi mesi, almeno all’aperto, sulla base dell’andamento della fase emergenziale ed eventualmente con possesso di "Certificazione Verde".

Per chi fa attività motoria o sportiva

In queste attività deve sempre essere mantenuta la distanza interpersonale di sicurezza di metri 2 durante l’attività fisica in spazi chiusi o all’aperto, sempre eccettuati i membri di un nucleo famigliare o convivente. I partecipanti dovranno presentarsi all’attività con già indossato l’abbigliamento adeguato (divise, costumi etc.). Se necessario cambio di scarpe premunirsi di zaino personale ove riporlo. Gli attrezzi che non possono essere disinfettati non devono essere usati.

Per il settore giovanile

Per attività inerenti il settore giovanile dall’infanzia all’adolescenza (fascia 3-14 anni) è preferibile l’organizzazione in gruppi con rapporto 1 adulto – 10 bambini/ragazzi, sempre rispettando i distanziamenti. Per le disposizioni sulla protezione delle vie aeree per il settore giovanile i bambini sotto gli anni 6 sono esonerati in ogni caso dall’uso di mascherine.

È importante che la situazione di arrivo alla sede o spazio dell’attività e rientro a casa si svolga senza comportare assembramento negli ingressi delle aree interessate, in particolare per i bambini accompagnati. Per questo è opportuno scaglionarne l’arrivo e l’uscita nell’arco di un tempo complessivo congruo. Meglio inoltre organizzare l’accoglienza all’esterno della sede o spazio di prova segnalando con appositi riferimenti le distanze da rispettare. Evitare che gli adulti accompagnatori entrino negli spazi adibiti allo svolgimento dell’attività.

La procedura di accoglienza deve prevedere in particolare la richiesta all’accompagnatore se il bambino o ragazzo abbia avuto la febbre, tosse, difficoltà respiratoria o sia stato male a casa.

Sotto il cielo di un’estate cembrana

Scopri gli eventi e le opportunità sul nostro territorio.
Non vedi le immagini? Clicca qui!
Un mondo sospeso
Trekking letterario alla scoperta di un mondo sospeso tra il rischio di abbandono e il desiderio di rinascita
Domenica 11 luglio, ore 9.00 ritrovo a Valcava (Segonzano)

Escursione giornaliera, guidati da Elena Osler, lungo i sentieri che ci porteranno a visitare le piccole frazioni di Valcava, Gresta e Gaggio, dove incontreremo chi, con entusiasmo e determinazione, sta portando avanti coraggiosi progetti di vita e lavoro. Saremo in compagnia dello scrittore Mauro Varotto che ci aiuterà a riflettere su come la vita in montagna stia ritrovando nuovi significati e a capire cosa sta accadendo nei piccoli borghi delle montagne italiane.

Maggiori informazioni

Quel dal formai
Escursione giornaliera guidata a Malga Sass (Valfloriana)
Domenica 25 luglio, ritrovo al Bait dal Manz alle 9.30 Escursione per buongustai alla scoperta del paesaggio dei pascoli e dei formaggi di malga. In compagnia di Francesco Gubert, Maestro assaggiatore di formaggi e agronomo, e dell’accompagnatore di media montagna Luca Stefenelli, faremo un’escursione che ci porterà fino ai pascoli e ai prati di Malga Sass e aiPradi da le Fior (2.015 m), dove assisteremo allo spettacolo teatrale "NOVANTA GIORNI. Racconto di una stagione in malga", uno spettacolo di e con Giuliano Comin.

Maggiori informazioni

Laboratori artistici
Per la realizzazione di 2 murales a tema ambientale, a Cembra e a Segonzano

ISCRIZIONI ENTRO IL 30 GIUGNO 2021 La Rete di Riserve organizza una serie di incontri laboratoriali rivolti a ragazzi tra i 14 e i 20 anni per la realizzazione di 2 murales a tema ambientale (uno a Cembra e uno a Segonzano), con la guida dell’artista Thomas Belz.
Iscrizioni entro il 30 giugno 2021

Iscrizioni e informazioni

Naturalmente avventurosi
Attività estive per bambini e ragazzi nella natura

4 pomeriggi per bambini e ragazzi dai 3 ai 19 anni La Rete di Riserve organizza 4 pomeriggi in mezzo alla natura per divertirsi, stare insieme, sporcarsi le mani… a La Rio (Grumes) – Molini (Sover), sul torrente Avisio, con la guida degli esperti naturalisti di Albatros.
Maggiori informazioni e iscrizioni
Una pillola di lentezza
L’alfabeto della sostenibilità per il turismo
Vi consigliamo di visitare il blog di Sergio Cagol, che abbiamo incontrato qualche mese fa durante uno dei nostri incontri online, per scoprire, giorno dopo giorno, il suo "Alfabeto della Sostenibilità", una riflessione puntuale e profonda che ci dà elementi importanti per capire e progettare il turismo di domani.

Visita il blog di Sergio Cagol

Lavori in corso
Ma la Rete di Riserve… cosa fa?
Ecco alcuni progetti a cui stiamo lavorando
Per conservare e recuperare i pascoli che circondano la Malga Sass nel comune di Valfloriana, la Rete di Riserve ha progettato, grazie alla collaborazione con il dottore Agronomo Fancesco Gubert, un intervento che mira al ripristino di circa 8 ettari di pascolo che attualmente rischia di essere invaso dal bosco. Si tratta di un intervento importante dal punto di vista naturalistico e paesaggistico e che mira inoltre a incentivare la pratica dell’alpeggio. Per gli interventi progettati sarà presentata richiesta di contributo attraverso il PSR – Programma di Sviluppo Rurale.

Domeniche europee estate 2021 al Forte di Cadine

#UEcheForte

Domeniche europee al Forte di Cadine

27 giugno 2021

25 luglio 2021

8 agosto 2021

Domenica 27 giugno, domenica 25 luglio e domenica 8 agosto 2021, Europe Direct Trentino – Centro d’informazione della Commissione europea incardinato nel Servizio Pianificazione della Provincia autonoma di Trento – e la Fondazione Museo Storico del Trentino, propongono #UEcheForte , tre giornate per le famiglie dedicate al gioco e alla scoperta, in un contesto storico europeo unico nel suo genere, nell’ambito delle iniziative della “Conferenza sul Futuro dell’Unione europea (CoFe)”.

Nell’anno della rinascita dopo il Covid, l’UE ha lanciato la Conferenza sul Futuro dell’Unione europea, un’iniziativa senza precedenti che costituisce una grande opportunità per i cittadini, un’occasione unica per ragionare sulle sfide e le priorità dell’Europa. La CoFe è stata voluta dalle tre grandi istituzioni europee, Parlamento, Consiglio e Commissione, che insieme svolgeranno le funzioni di presidenza congiunta. Chiunque può dare il proprio contributo per riflettere sul futuro dell’Europa che vorrebbe.

Gli appuntamenti #UEcheForte rappresentano anche un’occasione per contribuire, con proposte ed osservazioni, a migliorare il progetto europeo.

Gli eventi #UEcheForte ospiteranno grandi e piccini, proponendo attività ludiche-informative sull’UE e sul Forte di Cadine, insignito del ” Marchio del patrimonio europeo”.

Il Forte diventa ora un luogo di una storia nuova, un luogo di incontro, di cultura e di divertimento nel segno dell’Europa. Da luogo di chiusura, a luogo di apertura ed opportunità.

Varie le attività proposte dalle 10.30 alle 16.00: un gioco alla scoperta del Forte, l’angolo europeo, yoga sul prato e letture per bambini per scoprire insieme l’Europa.

Per accedere agli eventi al Forte, luogo ideale per un pic nic in famiglia, è necessaria la prenotazione con l’invio di un’email all’indirizzo edu esplicitando il nominativo e il numero delle persone partecipanti.

uecheforte - vuoto 2 (1).png

Per scoprire il Forte di Cadine consultate il sito http://www.museostorico.it/index.php/Luoghi/I-luoghi-della-Fondazione/Forte-di-Cadine e per conoscere la Conferenza sul futuro dell’UE visitatefutureu.europa.eu

Qui: http://www.museostorico.it/index.php/Il-Museo/Appuntamenti/2021/UEcheForte.-Domeniche-europee-al-Forte-di-Cadine-27-giugno-25-luglio-8-agosto il programma delle giornate.

Tassi sui sentieri dei pastori del Cornon!!

Cosa c’è di meglio di una camminata in compagnia, tracce di passato, chiacchiere e una buona birra?? Tutto questo oggi per i TassiBarbassi in uscita in Val di Fiemme, da Tesero alla Casera Vecia.Una degustazione conclusiva al birrificio di Fiemme per concludere in bellezza!!! Grazie!! Alla prossima!! #fiemme #amici #caldo #birrafiemme